Progettazione ed implementazione di Modelli Organizzativi ai sensi del D.Lgs. 231/2001 sulla Responsabilità Amministrativa degli Enti.

Il Decreto legislativo 231/2001 “Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche priva di personalità giuridica” ha introdotto nell’ordinamento italiano un regime di responsabilità amministrativa (sanzioni) a carico delle aziende per alcuni reati commessi, nell’interesse o a vantaggio delle stesse, da persone fisiche che rivestano, anche di fatto, funzioni di rappresentanza, amministrazione e direzione.

L’innovazione normativa è perciò rilevante, in quanto né l’azienda, né i soci, i loro dipendenti o collaboratori possono estraniarsi dal procedimento penale per i reati commessi a vantaggio o nell’interesse dell’Azienda. La legislazione ha definito come esimente per l’azienda, l’adozione e l’attuazione di un Modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire il compimento dei reati assunti nel decreto legislativo 231/2001.

Alcuni esempi di tali reati sono:
● reati contro la pubblica amministrazione;
● reati societari;
● infortuni e incidenti sul lavoro;
● reati informatici;
● reati ambientali.

In tali ambiti solo l’adozione di un Modello Organizzativo 231 può evitare sanzioni rilevanti alla Società per reati commessi. Il modello deve essere stato implementato correttamente e il controllo sulla sua efficacia ed applicazione deve essere svolto da un Organismo di Vigilanza indipendente.

GTS con consulenti e tecnici qualificati si propone di:
● Seguire l’azienda per tutto l’iter necessario all’implementazione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo 231;
● Redigere o integrare le procedure aziendali conformemente ai principi indicati nel Modello stesso e adeguare la contrattualistica in essere;
● Assistere l’azienda fornendo membri qualificati nella composizione dell’Organismo di Vigilanza (OdV);
● Organizzare ed erogare corsi di formazione al personale sul Decreto legislativo 231/2001.